Nuovo modello per Stosa Cucine

donnaoggifacebook_728x90

Il nuovo modello Karma è pensato per un pubblico amante dello stile pulito e delle geometrie nette in grado di dare massimo risalto ai contrasti materici e cromatici delle finiture, assicurando praticità e soluzioni innovative nell’ottimizzazione dello spazio sia contenitivo che di ingombro.

Variegato il numero di finiture tra cui spiccano i legni termo strutturati come il Rovere Essenza e il Rovere Corteccia, le proposte in Pet Materico e opaco e 42 colori laccati opachi e lucidi per il massimo della flessibilità stilistica.

Karma si distingue per l’anta con gola integrata che definisce e decora le ante con tre tipologie di apertura: maniglia totale, maniglia parziale, contropresa maniglia, dettagli che contribuiscono a un look originale che al contempo garantisce massima funzionalità.
Progettata con Look System, lo zoccolo prevede altezze da 10, 12 e 15 cm, una scocca delle basi da 72/75 cm, profondità del piano di 59 cm e dei pensili di 34 cm.
È possibile inserire anche colonne di larghezza 75 cm per accogliere frigo e forno maxi perfettamente integrati nell’estetica della cucina
Le colonne creano una vera e propria armadiatura con elettrodomestici e ampio contenimento.La doppia profondità̀ dei moduli dona dinamismo alle composizioni che, nonostante le dimensioni importanti, risultano visivamente equilibrate e in coerenza con gli altri arredi della cucina.
Inoltre all’interno delle colonne midi può essere inserito un comodo piano estraibile: l’anta scorre verso l’esterno attraverso delle guide telescopiche e diventa la gamba del tavolo. Con pochi e semplici movimenti il piano pieghevole si apre e il tavolo è pronto all’uso. Un’ottima soluzione salvaspazio per ambienti di piccole dimensioni o semplicemente per avere un piano di appoggio in più̀ da estrarre solo quando serve.

La possibilità di inserire cassetti di misure diverse da 12, 24 e 36 cm lasciano al progettista la possibilità di creare giochi di profili e tratti netti che definiscono il design compatto della composizione.
I volumi rigorosi e le strutture definite permettono di creare ambienti minimali in cui il protagonista è l’abbinamento dei materiali e delle finiture che possono esprimersi in una ampissima gamma di combinazioni dall’ inedito impatto estetico.

Non mancano dettagli sofisticati e inediti come l’alzatina attrezzata, elemento soprapiano per isole, penisole e piani snack, progettato per creare una schiena contenitiva dove solitamente la schiena non c’è: posizionata dietro la zona cottura è utile per avere sempre a portata di mano ingredienti e piantine aromatiche; se il piano è uno snack, l’alzatina diventa anche decorativa. Le vaschette, disponibili in legno o metallo, completano comodità e estetica.
Tre le cappe proposte: la cappa Trave, perfettamente integrata nel design e nelle tonalità̀ della cucina perché della stessa finitura della schiena, la cappa scompare totalmente alla vista, ponendosi come la risposta per chi vuole mantenere la linearità e la continuità cromatica degli elementi; la cappa Tide, che sembra sospesa nell’aria grazie a sottili cavi d’acciaio che donano raffinatezza e carattere alla zona cottura e, essendo costituita da due velette apribili, risulta facile e agevole da pulire; infine la cappa Bow, vero e proprio elemento di design che si sposa armoniosamente con lo stile minimal e le tonalità della cucina.

Numerose le soluzioni a vista per l’organizzazione di utensili e oggetti: lo schienale luminoso magnetico, con i suoi pratici complementi, i moduli Joy System con profilo in metallo per sfruttare lo spazio libero tra basi e pensili, suddivisi da un ripiano con barra anti caduta e/o accessoriato con il porta calici per conservare bicchieri, e vani a giorno in lamiera colorata che trovano posto i diversi punti della cucina diventando tocchi cromatici che interrompono l’omogeneità del colore principale, e che, posti in testa ad un pensile arredano con discrezione in quanto visibili solo di profilo, perché coperti dall’anta.
Infine i nuovi moduli moduli For-me, componibili e disponibili in tre finiture per attrezzare ogni tipo di area libera in cucina o nel living: singolarmente arredano una piccola porzione di parete vuota, mentre abbinati ad altri moduli disposti in verticale creano una versatile nicchia.

In una cucina Stosa, gli interni sono curati in ogni dettaglio tanto quanto gli esterni. Ripiani in vetro, accessoristica in grado risolvere a qualsiasi problema di organizzazione degli spazi e di illuminazione interna, sono solo alcuni esempi dell’attenzione del Brand ai particolari.

Karma prevede anche proposte per il living per creare ambienti fluidi, coordinati nelle finiture e pensati per donare armonia all’arredamento della casa.

Karma, come tutte le cucine Stosa, oltre ad avere la Certificazione italiana del mobile e quella 100% Made in Italy, è realizzata di serie con mobili interamente certificati FSC®, attestazione trasparente che certifica la provenienza del legname da boschi e foreste sottoposti a severi standard ecologici, economici e sociali.

L’utilizzo del Pet è ulteriore conferma dell’attenzione dell’azienda al tema green.

Le scocche sono inoltre certificate E1 in base agli standard Europei e Carb P2, poiché ricavate da pannelli a bassissimo contenuto di formaldeide, ulteriore conferma dell’importanza che per l’Azienda rivestono salvaguardia dell’ambiente e rispetto del consumatore.

L’azienda ha anche conseguito la certificazione COSMOB Qualitas Praemium (CQP) “Circolarità del prodotto arredo”, strumento distintivo per la qualifica e la valorizzazione dei risultati raggiunti negli ultimi anni in termini di impiego sostenibile delle risorse lungo l’intero ciclo di vita del prodotto. La percentuale di materiale che può essere riutilizzata si attesta su valori vicini al 100% come, per esempio, per i prodotti in laminato e in melaminico che hanno raggiunto un indice di circolarità pari al 96%.

Karma sarà disponibile nei negozi a Primavera 2022.

arredamentooggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*