Librerie senza tempo

donnaoggifacebook_728x90

Per molti non c’è piacere più grande, quando si entra in uno spazio sia pubblico che privato, che essere accolti da una libreria, sia essa divisore tra due stanze o un angolo discreto dedicato alla lettura. 

Come svariati sono i generi letterari, altrettanti possono essere gli stili che accompagnano questo complemento d’arredo che rappresenta chi, lo spazio, lo abita.

Una libreria invita alla curiosità, a lasciar scorrere l’occhio tra i titoli che custodisce, a scoprire di più su chi la possiede. Non solo i libri però, parlano del loro proprietario, ma la libreria stessa ne identifica lo stile.

Classico, moderno, contemporaneo, avanguardista. 

Parole che si adattano perfettamente sia a generi letterari sia alle librerie pensate da Matrix International e in grado di arredare spazi e stili differenti, sia per armonia che per contrasto.

Booknet, ad esempio, è una libreria essenziale, dalle linee pulite e dall’ampio respiro. Disegnata da Danilo Marcone e Francesco De Agostini si caratterizza per i piani verticali e orizzontali che si incrociano in perfetta simmetria, dando origine a una libreria a scacchiera adatta sia in appoggio a parete che come room divider. Un complemento ideale per ogni ambiente, in grado di arredare sia un ambiente rigoroso che il più minimal degli spazi. Intramontabile, come la grande letteratura classica.

Un passaggio dallo stile classico al moderno con Standing Ovation. I designer Emre Çetinköprülü e Massimo Imparato pensano ad un sistema di mensole e contenitori per arredare con leggerezza e versatilità. Grazie alla notevole profondità di base e top può essere usato sia a parete che a centro stanza.

Standing Ovation è la libreria che rimanda ai grandi classici della letteratura moderna che, con il suo stile indipendente e ribelle, ha riscritto dalle fondamenta un nuovo concetto di pensiero.

Diventa elemento contemporaneo Libralta, la libreria self-standing che si sviluppa in altezza, con pratici perni di rotazione e fissaggio a soffitto che la rendono utilizzabile a 360°. Semplici elementi ad L in acciaio inox fanno da fermalibri. Progettata da Danilo Marcone, Massimo Imparato, Ranieri Massola Libralta è il personaggio principale dell’ambiente, forte e indipendente come i protagonisti dei romanzi dell’epoca contemporanea.

Infine Move, il sistema di box modulari disegnato da Massimo Imparato. Contenitore dalle misure compatte a cubo da replicare all’infinito, assolve le più diverse funzioni: tavolino, libreria, elemento divisorio. Un oggetto facile da spostare e da reinventare. Grazie a un semplice sistema di fissaggio è possibile collegare il numero desiderato di elementi, secondo l’angolazione che si vuole ottenere.

arredamentooggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*