Come rinnovare la cucina in poche mosse

arredamentooggifacebook_728x90

Da tempo la cucina si è evoluta, passando da spazio di natura pratica a nucleo multifunzionale della casa contemporanea. Un ambiente che merita di essere sempre più smart e organizzato, anche a partire da un piccolo budget. Per un restyling veloce ma appagante basta, infatti, intervenire solo su alcuni elementi fondamentali, come – per esempio – l’aera lavaggio. Per rinnovare questa zona strategica della cucina, dove si concentrano tutte le operazioni di preparazione dei cibi e di pulizia, GROHE, brand leader nelle soluzioni cucina e bagno, suggerisce quattro semplici interventi in grado di fare la differenza senza spendere troppo.

– Passare a un sistema di filtrazione dell’acqua
Gusto, praticità, sostenibilità: sono molteplici i benefici della filtrazione domestica che, oltre a migliora la qualità dell’acqua, elimina trasporto e stoccaggio di pesanti bottiglie e promuove uno stile di vita plastic free.
Dotato di un’esclusiva tecnologia di filtrazione e di un rubinetto 2in1, il sistema di filtrazione GROHE Blue Pure permette di erogare dallo stesso rubinetto acqua corrente miscelata e acqua filtrata a temperatura ambiente. Per chi preferisce l’acqua frizzante, la soluzione è GROHE Blue Home, la versione in grado di fornire tre diverse tipologie di acqua filtrata dall’ottimo sapore: acqua naturale fresca, acqua leggermente frizzante fredda e acqua frizzante fredda.

– L’importanza di un miscelatore smart
Un nuovo rubinetto può migliorare notevolmente l’area dei 60 cm intorno al lavello, portando l’esperienza in cucina a un livello superiore.
Dal design elegante e snello, senza leve o maniglie, il miscelatore GROHE SmartControl si controlla con il semplice tocco di un pulsante, che consente di attivare o interrompere il flusso dell’acqua anche con il polso o il gomito – l’ideale quando entrambe le mani sono occupate o sporche. L’elegante e architettonico rubinetto Essence Professional è invece pensato per introdurre in cucina prestazioni professionali, stile e resistenza volti a far sognare lo chef che è in ognuno di noi.

– Scegliere un lavello dai materiali innovativi
Un nuovo lavello deve saper coniugare estetica e praticità: occorre quindi valutare con attenzione le dimensioni della vasca, la finitura, il colore e il materiale.
I lavelli in materiale composito di GROHE sono costituiti da una miscela atossica e antibatterica di micro particelle e polveri naturali unite a resine acriliche e pigmenti colorati. Esteticamente affascinanti e molto resistenti (per esempio al caldo e all’usura), sono anche semplici da pulire e manutenere, motivi per cui vengono spesso preferiti all’acciaio inox. Tra le ultime tendenze in cucina, la finitura PVD (acronimo di Physical Vapor Deposition) di GROHE impreziosisce l’estetica e rafforza la superficie in acciaio inox, che risulta essere tre volte più dura e dieci volte più resistente a corrosione e graffi. Le colorazioni oro spazzolato, oro rosa spazzolato e grafite spazzolato assicurano alla cucina una personalità unica e distintiva (disponibili nei negozi di cucina specializzati).

– Spazio agli accessori (di design)
Per trasformare il lavello in una postazione di lavoro ideale, basta scegliere accessori funzionali che permettono di ottimizzare lo spazio senza rinunciare all’estetica. I nuovi accessori per lavelli GROHE sono il risultato di un intelligente gioco di incastri che permette di avere direttamente nel lavello tutti gli strumenti necessari alla preparazione delle ricette. Le vaschette forate multifunzionali e le griglie scolapiatti pieghevoli – disponibili sia in acciaio inox che in PVD – rendono le attività in cucina più facili e veloci. Itaglieri in legno e in vetro anti-rottura (disponibili nei negozi di cucina specializzati e nella distribuzione moderna) diventano un piano di lavoro aggiuntivo grazie alla loro multifunzionalità salvaspazio.

donnaoggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento