Lo spremiagrumi dalle funzionalità spaziali

donnaoggifacebook_728x90

Praticità “di un altro pianeta” per UFO (Design Raffaello Galiotto), lo spremiagrumi in polipropilene riciclabile la cui forma ricorda ironicamente un disco volante.

Progettato nei dettagli per la massima stabilità, non rischia di ruotare o scivolare durante la spremitura ed è adatto ad agrumi di varie dimensioni. UFO è utilizzabile da solo o abbinato alla serie di caraffe dosatrici QB.

Disponibili in tre diverse misure (500 ml, 750 ml e 1 l), le caraffe permettono di misurare istantaneamente la quantità di liquido spremuto. Sono infatti graduate con numeri chiari e leggibili e dotate di un beccuccio studiato per non perdere nemmeno una goccia di spremuta.

Il fondo arrotondato garantisce una pulizia ottimale, così come l’assenza del manico, che le rende saldamente impugnabili e meno ingombranti. L’opacità del polipropilene impedisce poi il formarsi di impronte.

Proposto in sei colori, UFO conferisce stile contemporaneo ed estrema efficienza alla cucina al passo con le esigenze del vivere d’oggi.

Come tutti gli accessori cucina di Blim+, UFO è realizzato con polipropilene di altissima qualità totalmente riciclabile ad alto spessore e lungo ciclo di vita, attraverso una filiera cortissima e completamente Made in Italy.

UFO è acquistabile nei migliori negozi di accessori casa e online su blimplus.com

Interamente riciclabile, design ergonomico, massima stabilità, possibilità di dosare istantaneamente grazie alle caraffe graduate, nessuno spreco di liquido grazie al beccuccio salvagoccia, facile da pulire grazie al fondo arrotondato e all’assenza di manico, ingombri ridotti, sei accattivanti colori.

Blim+ è un marchio di Veca Spa, azienda vicentina leader nella produzione di casalinghi e prodotti per il giardino in plastica riciclabile, che si sviluppa su 25000 metri quadrati distribuiti fra 6 stabilimenti e 44 impianti a iniezione e rotazionale dall’alto know how tecnologico.

Blim+ intende trasmettere una nuova idea di cucina pensata per soddisfare i bisogni delle persone rispettando l’ambiente grazie a un uso qualitativo e consapevole della plastica, perché c’è plastica e plastica. 

donnaoggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*