Good Design Award 2021 per Faram 1957

donnaoggifacebook_728x90

Nicandro, il sistema di partizioni mobili disegnato da Egidio Panzera per Faram 1957, vince il Good Design® Award 2021, prestigioso riconoscimento che il The Chicago Athenaeum conferisce ogni anno ai prodotti che hanno stabilito nuove direzioni per l’innovazione nel settore del design. 

Si tratta del secondo riconoscimento dopo Bahlara, vincitore del Good Design® Award 2019, una conferma di un percorso focalizzato sulla ricerca e sull’innovazione, elementi essenziali per l’architetto messinese. Nicandro è stato premiato per la flessibilità del suo design, per il suo essere sistema aperto e riconfigurabile, capace di innovare il concetto di parete statica trasformandola in un elemento che sa evolvere nel tempo, nell’estetica e nelle funzioni, e adattarsi continuamente al momento presente. 

Egidio Panzera pensa alla progettazione come la narrazione di un’idea che coinvolge emozioni, bellezza e funzionalità. Alla base della ricerca si trova un’ampia riflessione sull’idea di muro, non solo parete separatrice di spazi, ma concetto che assume una moltitudine di significati e funzioni: può delimitare, unire, creare comunità, ispirare. 

“Una parete, un muro possono avere infiniti significati, interpretazioni e semantiche. Un muro delimita movimenti ma allo stesso tempo, arrampicarsi su un muro, dona un punto di vista diverso o permette a un bambino di misurare, con un salto, il suo coraggio” – ha dichiarato Egidio Panzera

La progettazione di Nicandro parte così dall’osservazione di come i muri siano narratori di storie, aedi di popoli i cui racconti si arricchiscono nel tempo e nelle generazioni: Nicandro ne interpreta il pensiero, grazie alla sua capacità di modularsi e riconfigurarsi, tracciando storie sempre diverse e divenendo cantastorie dell’idea dell’architetto per progetti nel mondo dell’office, del retail e dell’hospitality. 

Innovando la statica parete tradizionale, il sistema accosta più profili singoli, rimovibili con facilità, che accolgono pannelli di vetro, legno, tessuto, griglie e reti metalliche per dare vita a stratificazioni cromatiche e materiche che stimolano i sensi dell’uomo. Nicandro può, inoltre, essere dotato di elementi scorrevoli come librerie, contenitori, lavagne, pannelli fonoassorbenti, tende, monitor, reti per la biofilia, generando così una sovrapposizione di pochi o molti layer materici/funzionali sull’intera parete o su singole porzioni, in base alle necessità acustiche, estetiche e funzionali. 

Un sistema flessibile, trasformabile e personalizzabile nel tempo con diversi gradi di isolamento, illuminazione intelligente e tecnologia smart che consente di adeguare le condizioni ambientali alla persona in un approccio human centric fatto per accompagnare gli infiniti mutamenti della contemporaneità. 

arredamentooggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*