Eleganza e fantasia

donnaoggifacebook_728x90

La volontà di interpretare gli spazi di chi le sceglie, di vestire una stanza di storie, di immaginazione, di eleganza e fantasia, sia essa frutto di linee e geometrie o di paesaggi esplosivi, è un tratto caratterizzante delle carte da parati beWall.

Perciò il brand collabora con giovani creative che portano il proprio mondo, il proprio vissuto e lo restituiscono attraverso decori e fantasie declinate in varie nuances. Diventando una carta da parati pratica da vivere specchio di chi abita la casa, attraverso un dettaglio di stile o un’intera parete.
Nascono così nuovi decori, come quelli pensati da Silvia Musetti, una delle prime artiste a disegnare per beWall.

Originaria di Sanremo, a 18 anni l’entusiasmo e la passione per il design e l’arte la portano a Milano per frequentare l’IDI Academy. Oggi, oltre a collaborare con varie aziende, ama sperimentare, fare ricerca e rappresentare tutto ciò che la attira e affascina dal mondo dell’arte e dalle sensazioni che sente provenire dal mondo circostante, traducendole nei suoi lavori.

Il risultato, come appare nella nuova collezione Flowers, è un’opera di grande leggerezza, dove i macro fiori nei toni pastello sbocciano gentilmente inondando la stanza di bellezza, quasi fossero stoffe impalpabili mosse dal vento.

Sempre di Silvia Musetti un altro inedito, Vibrazioni, una collezione perfetta anche per spazi contract: una carta da parati geometrica che gioca con piacevoli contrasti regalando loro una forte suggestione che quasi rimanda ai raggi del sole che si rifrangono sulla superficie del mare.

Di tutt’altra atmosfera Oasi Urbana, nata su un foglio, dai colori e dalla creatività di Federica Lazzati e Studio Salaris.

Perché Federica Lazzati dipinge: su qualsiasi cosa, qualunque superficie o supporto lo rendano possibile. Diplomata in pittura e restauro si occupa prevalentemente di interni, dipingendo pareti e quadri. Viaggi, esperienze e confronto con culture diverse hanno forgiato un percorso che l’ha condotta a crearsi un’identità solida e duttile. Vive e lavora a Milano, collabora con architetti e designer, il suo lavoro è spesso legato al mondo reale o immaginifico e soprattutto alla natura, inesauribile fonte di ispirazione.

L’idea dell’Oasi Urbana nasce da un’ispirazione naturalistica combinata con l’ambiente in cui viviamo quotidianamente. Spazi scanditi da una metrica fatta di asimmetrie e forme geometriche che si fondono. I toni velati dei colori raccontano il gesto pittorico e la desaturazione cromatica suggerisce la definizione di una realtà urbana.

arredamentooggifacebook_728x90

Commenta per primo

Lascia un commento